Pier Paolo Pasolini: uomo ecclettico del Novecento

Pier Paolo Pasolini: uomo ecclettico del Novecento

  • Cultura
  • Non ci sono commenti
  • 1 minuto il tempo di lettura

Pier Paolo Pasolini nasce a Bologna il 5 marzo 1922 e quest’anno si celebra il centenario dalla sua nascita. Ha vissuto dapprima nella città delle due torri, poi in Friuli e infine a Roma. Un uomo ecclettico: poeta, sceneggiatore, attore, regista, scrittore e drammaturgo. Una personalità versatile, è stato anche pittore, romanziere, linguista, traduttore e saggista. Ha lasciato un’impronta notevole nella cultura. Ha guardato con occhio attento e critico la società borghese dell’epoca, la società dei consumi e il movimento sessantottino.
Per celebrare il suo centenario a Roma verrà allestita una mostra con l’esposizione di oltre duecento delle sue opere, presso la Galleria d’Arte Moderna, dal 14 ottobre 2022 al 16 aprile 2023. Un percorso pittorico attraverso i ritratti, le nature morte, i paesaggi atti a mettere in risalto la sua sperimentazione artistica.
Un uomo di cultura che ha vissuto appieno, che si è messo in discussione in vari campi, che non ha nascosto la sua tendenza sessuale, che cercato di perseguire nuove strade, cimentandosi in diversi esperimenti culturali. Il centenario metterà in luce la sua creatività e il suo modo di concepire la vita e l’arte.

Ti potrebbe interessare

Laura Pausini torna ad emozionare le piazze del mondo con “Scatola”

Laura Pausini torna ad emozionare le piazze del mondo…

Laura Pausini, cantautrice italiana di fama mondiale, ha deciso di iniziare il nuovo anno in maniera del tutto spettacolare, sorprendendo ancora…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.