Roberto Galimberti e la sua collezione di modellini di automobili

    Roberto Galimberti e la sua collezione di modellini di automobili

    Roberto Galimberti, classe 1946, residente a Mezzate, coniugato, con due figli ormai grandi, è noto da tempo per il suo impegno nel sociale. Galimberti ha però anche una grande passione che coltiva da circa 50 anni: collezionare modellini di macchinine. Ha all’attivo ben 1533 esemplari tra cui anche l’ultimo acquisto, un camioncino della Rinascente. La collezione, scala 1/43, è nata nel lontano 1978 quando Roberto era fresco fresco di matrimonio. Ha coltivato questo hobby negli anni fino ad appropriarsi della stanza della figlia, dell’anticamera e del garage per poter custodire con cura tutti i suoi bellissimi modellini.

    «Le vetture che prediligo – ci rivela Roberto – sono quelle degli anni 50/60 italiane, americane ed europee. Mi ricordano molto la mia infanzia e la mia adolescenza. Faccio i miei acquisti scovandoli prevalentemente sui mercatini, oppure monitorando le uscite in edicola e solo raramente nei negozi specializzati. Le macchinine a cui sono più affezionato sono: la Prinz 4 L (la mia prima auto), l’Isetta, la DeLorean del film “Ritorno al Futuro” e la Cadillac Eldorado».

    C’è però un rovescio della medaglia: tenere in ordine e puliti tutti gli esemplari. Come ci fa infatti notare Roberto Galimberti: «In questo hobby il problema maggiore è spolverare tutti i modellini. È una vera e propria procedura. Utilizzo un pennellino con estrema cautela per non rovinarli. Il mio invito alle nuove generazioni, in particolare ai bambini di 7/8 anni, è di non gettare le macchinine, ma di custodirle per il futuro, perché hanno un valore inestimabile».

    Quando la voglia di collezionare pezzi unici è così forte si avverte nell’aria l’entusiasmo, la genuinità e l’orgoglio di un grande collezionista.

    Ti potrebbe interessare

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.