Il pianoforte regna sovrano al Carengione per “Piano a Peschiera”

Il pianoforte regna sovrano al Carengione per “Piano a Peschiera”

Provate ad immaginare l’atmosfera speciale che la musica può elargire nell’immensità del verde in un clima di totale relax. Ebbene “Piano a Peschiera” è stato questo e molto altro. Domenica 21 maggio, dalle prime ore del mattino, il parco dell’esagono ha accolto le luci del giorno con un’ora dedicata allo yoga. Circa una cinquantina di persone si sono presentate munite di tappetino per un risveglio salutare seguendo la lezione dell’insegnante Carola Camerini.

Il programma ha lasciato ampio spazio agli allievi della classe di pianoforte dell’istituto F. De André, della Scuola Civica di Musica G. Prina, e agli appassionati di musica che hanno potuto provare l’ebbrezza di suonare un pianoforte professionale. Il maestro Andrea Macchi ha trasportato i presenti in un mondo fatto di emozioni e melodia interpretando con maestria il “Notturno” di Chopin. La prestazione del talentuoso e promettente Davide Mistrangelo ha aggiunto un tocco di classe. Eva Aurora Bezze con estrema eleganza ha eseguito dei brani musicali di sua composizione, in aggiunta ad alcune melodie classiche e moderne.

L’atmosfera ha raggiunto il suo apice con la tanto attesa performance della musicista Saadat Ismaylova.

Inaspettato invece l’arrivo di un ospite speciale: Roberto Binetti che ha aderito al progetto con grande entusiasmo.

La peculiarità dell’evento è stato poter ascoltare le musiche scelte e registrate dal maestro Andrea Macchi all’interno dell’oasi naturalistica del Carengione. La simbiosi di musica e natura è stata vincente perché ha permesso di “vivere” la musica “respirando” le note musicali lasciandosi trasportare dai colori suggestivi e incantevoli del bosco. Chiunque ha potuto vivere questo incanto iniziando il percorso in modo del tutto libero, secondo un itinerario a tappe “circolare”.

Il vicesindaco, Stefania Accosa, ha affermato: «Questa iniziativa dimostra l’attenzione che riponiamo nel verde e nel rispetto delle realtà agricole che ci circondano. Posso anticipare che il prossimo Pianocity sarà proprio dentro il Carengione, perché la musica non arriva solo per le strade delle città ma anche nel bosco».

Durante tutta la giornata un’eco speciale ha riempito l’aria: le voci entusiaste dei più piccoli mentre giocavano in compagnia della musica e di grandi musicisti.

L’evento è stato realizzato da Radio Active 20068 in collaborazione con l’amministrazione comunale, ProLoco, A.P.E. e la Scuola Civica di Musica G. Prina.

Ti potrebbe interessare

Quando “La banda del bosco allegro” si riunisce regala momenti unici

Quando “La banda del bosco allegro” si riunisce regala…

Grande festa a Mediglia con “La banda del bosco allegro” nel pomeriggio di domenica 19 giugno. Nonostante il caldo intenso l’affluenza…
Quando ART’è diventa “Semplicemente ART’è”, grande ritorno a Mezzate

Quando ART’è diventa “Semplicemente ART’è”, grande ritorno a Mezzate

Giovedì 23 giugno alle ore 21 ART’è si ripropone con una nuova veste, sarà infatti “Semplicemente ART’è”. Si tratta di un…
A Paullo torna l’hit di successo “Chiaro di luna a Paullo”

A Paullo torna l’hit di successo “Chiaro di luna…

Succede che frugando nel passato si scopra che la propria cittadina sia stata una protagonista musicale di qualche decennio fa. È…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.