Peschiera Borromeo città solidale

Peschiera Borromeo città solidale

Una gara corale in cui a vincere è stata la solidarietà: sono ben 640 gli scatoloni di materiale raccolto in pochissimi giorni destinati a portare un primo sollievo alla popolazione ucraina.
In poche ore l’appello del Comune era diventato virale e, nonostante la raccolta fosse stata bloccata in anticipo rispetto alla scadenza inizialmente prevista per rispettare le nuove indicazioni pervenute dalla Prefettura, la risposta è stata incredibile.
Nonostante il poco tempo a disposizione Sala Matteotti, centro della raccolta, è stata invasa da ogni genere di beni di prima necessità, dal cibo ai farmaci, dai prodotti per l’infanzia all’igiene, rendendo possibile l’allestimento di 640 scatoloni che sono stati consegnati presso la peschierese Post Service Group che, dall’inizio dell’emergenza, ha sospeso ogni attività commerciale e si occupa solo di trasporto umanitario.
I camion hanno potuto entrare in Ucraina attraverso il cosiddetto “corridoio verde” grazie alla collaborazione con il consolato ucraino, che ha confermato tramite il portavoce l’avvenuta ricezione dell’ingente quantitativo di materiale e ringraziato la comunità di Peschiera Borromeo.
«In questi giorni difficili per tutti – ha dichiarato Beatrice Rossetti, assessore ai Servizi sociali – il Comune, i cittadini e le associazioni, tutti insieme, hanno dimostrato di saper reagire con un senso civico straordinario. Abbiamo saputo rispondere a una terribile tragedia con concretezza, umanità e amore per il prossimo».
«Le persone hanno dimostrato la parte migliore che risiede in ognuno di noi – ha confermato il vicesindaco Stefania Accosa – ed è stato un piacere poter collaborare alla raccolta insieme anche ai nostri dipendenti comunali. Purtroppo, non per nostro volere, abbiamo dovuto sospendere prima del dovuto l’accettazione del materiale e attendiamo nuove indicazioni dalla Prefettura per sapere quando riattivarci. In questa incertezza l’unica conferma è stata ancora una volta il grande cuore dei cittadini e di tutti gli italiani».

Ti potrebbe interessare

OrtoChic: un progetto di riqualificazione e sostenibilità a San Bovio

OrtoChic: un progetto di riqualificazione e sostenibilità a San…

Daniela Di Matteo, residente a San Bovio, appassionata di fiori e piante da sempre, è riuscita a realizzare un progetto che…
“DialogArte”: il territorio e la sua creatività

“DialogArte”: il territorio e la sua creatività

L’arte al servizio della comunità. È questo il leitmotiv del carosello artistico che domenica 29 maggio, dalle ore 10 alle 20,…
La data zero di Michele Bravi a Peschiera Borromeo

La data zero di Michele Bravi a Peschiera Borromeo

Michele Bravi ha incantato gli spettatori della sala del Teatro Oltheatre nella serata di giovedì 12 maggio. Il cantante ha optato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.