Fantasy, com’è cominciato tutto?

Fantasy, com’è cominciato tutto?

  • Fantasy
  • Non ci sono commenti
  • 2minuto

Immaginate di essere in vacanza con i vostri amici, ma piove in continuazione perché uno stupido vulcano dall’altra parte del mondo ha pensato bene di esplodere alterando il clima in tutto il pianeta.

È quello che accadde nel 1816 a un gruppo di letterati inglesi in vacanza sul lago di Ginevra, fra loro Lord Byron, il poeta Percy Shelley e le loro rispettive compagne.
Pioveva sempre e loro si annoiavano. Byron propose un gioco: «Scriviamo una storia di fantasmi, il più bello vince!»
Sembrava divertente: tutti ci si misero d’impegno ma solo pochi arrivarono alla fine.

Vinse per distacco Mary Wollestoncraft, la moglie di Shelley, con un romanzo intitolato: “Frankenstein, o il moderno Prometeo”, un romanzo epistolare che si svolge fra i ghiacci dall’estremo nord, attraverso il racconto del protagonista. Un capolavoro della letteratura fantastica! Frankenstein è il nome dello scienziato, non del mostro da lui creato a partire da cadaveri e chiamato semplicemente “la Creatura”, grazie a un principio che lui non rivela per evitare che altri compiano lo stesso errore, ma che si intuisce essere l’elettricità.
Il romanzo pone dei problemi enormi: quali sono i limiti della scienza? Frankenstein per raggiungere il suo scopo e creare la vita dalla materia inanimata non si ferma davanti a nulla. Forse il vero mostro è lui…!
Poi il problema del diverso: la Creatura viene rifiutata per il suo aspetto, dagli uomini e dal suo stesso creatore, e si infuria quando lo scienziato si rifiuta di dargli una compagna, giungendo a compiere dei crimini efferati.

È il primo romanzo ufficialmente di fantascienza oltre che dell’orrore. Il bello è che nessuno voleva credere che l’avesse scritto Mary, tutti attribuivano al marito Percy. Soltanto in seguito, le verrà attribuito il giusto merito.

Invito alla lettura:
Mary Shelley, “Frankenstein, o il moderno Prometeo”

Ne esistono un’infinità di edizioni, scegliete quella che preferite.

Ti potrebbe interessare

Che cos’è la letteratura fantastica?

Che cos’è la letteratura fantastica?

Che cosa s’intende per “Fantastico”? O meglio: qual è la differenza fra un romanzo realistico e uno fantastico? Sento già la risposta:…
L’ultima fata di Tath, il mondo parallelo di Valeria Giacomello

L’ultima fata di Tath, il mondo parallelo di Valeria…

La pietra filosofale è il simbolo alchemico della trasformazione. È anche una delle “pietre del potere” che i protagonisti del libro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.